Come Diventare Animatore

Diventare Animatore

Nonostante quello di animatore turistico sia un lavoro a 360gradi, per poterlo esercitare non è necessario essere in possesso di un titolo di studio specifico: lo stretto indispensabile è rappresentato da un diploma di scuola secondaria di secondo grado, ossia di aver conseguito il diploma superiore si maturità o di un diploma estero di uguale valore.

Navigare Facile


Vi sono però una serie di importanti requisiti che, tutti assieme, costituiscono la figura dell'animatore ideale.

Iniziamo dunque con la conoscenza di una o più lingue straniere: essendo una professione che si svolge nell'ambito turistico è infatti essenziale poter comunicare con efficacia anche in una lingua che non è quella del paese natale. Sempre ben accetto, perché parlato in tutto il mondo, è ovviamente l'inglese, meglio se accompagnato da una seconda lingua come il francese, lo spagnolo o il tedesco.

Food


Fondamentale è anche la predisposizione al contatto con il pubblico e la capacità di intrattenimento, il tutto sommato poi ad un carattere cordiale, solare, estroverso ma non invadente ed assai paziente. Dato che si verrebbe ad esercitare un lavoro che prevede di ricoprire vari ruoli, per un buon animatore può rivelarsi utile avere o acquisire conoscenze riguardo un certo ambito, magari frequentando appositi corsi e conseguendo brevetti in discipline (corsi di ballo, di canto, di recitazione, brevetto di istruttore sportivo ecc.).

Spesso però, per diventare animatore e poter prendere parte al lavoro stagionale di una struttura per villeggianti è necessario superare una prima selezione effettuata o dai tuor operator o dalle agenzie di animazione (a seconda della struttura cui ci si è rivolti). Le selezioni si svolgono, solitamente attorno al mese di marzo per il periodo di animazione estiva ed all'incirca nel mese di ottobre per il periodo invernale.